News ed eventi

Tutto sulla sicurezza

5 cose da sapere sui sistemi di videosorveglianza

5 cose da sapere sui sistemi di videosorveglianza

5 cose da sapere sui sistemi di videosorveglianza

La protezione della propria casa o di un’attività commerciale, passa soprattutto attraverso il ricorso a servizi di videosorveglianza che permettono un monitoraggio costante, anche quando si è lontani. 

Salvaguardare la sicurezza all’interno delle pareti domestiche, o all’esterno delle proprietà, non è più un problema proprio grazie all’uso di strumenti di controllo sempre più avanzati. Gli Istituti di vigilanza privati offrono pacchetti integrati e personalizzati che comprendono l'utilizzo di telecamere, connesse 24 ore su 24 a una centrale operativa per una protezione continuativa, di giorno e di notte.

Se si sta pensando di attivare un sistema di videosorveglianza in azienda o a casa, occorre innanzitutto informarsi per trovare la soluzione più in linea con le reali esigenze. 

Sistemi di videosorveglianza: 5 cose da sapere 

1 Telecamere per ogni necessità


Per proteggersi da intrusioni o altri pericoli, soprattutto se si ha un negozio o un’altra qualsiasi attività, la scelta migliore è sempre quella di rivolgersi agli Istituti di Vigilanza che propongono servizi di sicurezza. Professionalità ed esperienza sono caratteristiche fondamentali per la creazione di una strategia efficace della messa in sicurezza privata o aziendale.

Infatti, solo un professionista sarà in grado di guidare l’utente nella giusta direzione, attraverso competenze e conoscenze consolidate.

La stessa preferenza di una telecamera rispetto ad un’altra non deve essere casuale, ma guidata da attente motivazioni.

Ci sono telecamere da esterno, che si possono usare eventualmente anche in luoghi chiusi, ma una telecamera IP per interno non è adatta ad altre collocazioni, in quanto l’esposizione alle intemperie ne comprometterebbe il funzionamento.

Un’altra cosa da valutare è se preferire un sistema wireless, per cui si raccomanda l’applicazione di un protocollo di sicurezza (WPA2) protetto una solida password, oppure una connessione alla rete attraverso il cavo Ethernet. C’è poi da capire se si preferisce una collocazione fissa o mobile: da definire in base alle particolari esigenze.

Sembrano dettagli, ma in realtà sono valutazioni importanti, in quanto un buon sistema di protezione deve essere anche funzionale e ben integrato con l’ambiente in cui è inserito.

2 Rispetto della privacy

Un’altra cosa da non sottovalutare, quando si pensa di attivare questo tipo di controllo, è la questione relativa alla privacy. Infatti, dato che le telecamere riprendono 24 al giorno, se usate in maniera impropria possono essere lesive della privacy individuale.

Alcune soluzioni sono dotate, per questo motivo, di un otturatore meccanico motorizzato che copre automaticamente le lenti della telecamera quando si torna a casa. In questo modo le riprese si attivano solo al momento dell’uscita.

Il discorso privacy è sempre molto sentito ed importante, perciò è necessario informarsi per rispettare le normative vigenti in materia.

3 Installazione facile?

Predisporre dei servizi di videosorveglianza per casa o servizi di videosorveglianza negozi è cosa ben diversa. Le esigenze cambiano, strutture e ambienti si diversificano, ecco perché non è così scontato nemmeno il fattore installazione.

Installare efficacemente un sistema di telecamere non è solo un’attività tecnica, ma è piuttosto un mix di scelte strategiche, di competenze e preparazione.

Il raggio d’azione di ripresa cambia molto a seconda della posizione di collocamento, e questo porta ad un risultato finale decisamente differente e con prestazioni non sempre performanti.

Scegliere di mettere la telecamera in un punto piuttosto che in un altro fa, dunque, molta differenza. Occorre pensare in termini di spazi, luci ed esposizioni, per massimizzare l’efficacia delle immagini e l’intera attività di controllo.


4 Sistemi Integrati

Altra valutazione da tener presente, quando ci si rivolge ad Istituti di vigilanza privati, è prendere in considerazione di utilizzare dei sistemi integrati di sicurezza.

Si tratta di veri e propri kit che si aggiungono al sistema di sorveglianza base. Magari integrati con un un antifurto e una sirena, o con dei sensori di movimento, allo scopo di ottimizzare i livelli di messa in sicurezza dell’intero ambiente, sia esso esterno o interno.

5 Manutenzione

Si pensa spesso che questo tipo di strumentazione abbia bisogno di chissà quali interventi di gestione o di manutenzione. 

In realtà,optando per un sistema di videosorveglianza di buona qualità, non sono richieste grandi opere sia a livello di attivazione iniziale che di mantenimento. Questo perché l’installazione avviene con i giusti collaudi e le analisi preliminari consentono di ottimizzare al massimo le prestazioni.

A limite bisogna ricordare di pulire la telecamera periodicamente così la polvere non rischia di rovinare la risoluzione delle immagini. Di certo è un grande vantaggio sapere che la protezione scelta è continuativa e non richiede grossi impegni di manutenzione tecnica o conoscenze particolari in ambito informatico. Attivare un sistema di videosorveglianza è una scelta molto importante e come tale deve essere trattata.

Inutile improvvisare soluzioni che tamponano la situazione ma non assicurano efficienza delle prestazioni. Certi lavori vanno affidati a professionisti seri e preparati, solo così avrà senso l’investimento e i risultati saranno evidenti.